bann blunet gen17 728 90

Chi è Roberto Gentile

rgentile-bn.jpg

R.GENTILE SCRIVE SU NETWORK NEWS

CHI VA E CHI VIENE

IL NETWORK DEL MESE

L’AGENZIA DEL MESE

pellegrino-domenico.jpgDa febbraio 2015 Cisalpina Tours, la Business Travel Company controllata da Bluvacanze Spa, ha un nuovo managing director: ad Alfredo Pezzani succede Domenico Pellegrino. Dopo soli 8 mesi nella “nuova” Valtur di Franjo Ljuljdjuraj, per il manager 46enne si tratta praticamente di un ritorno a casa, poiché il maggior azionista di Bluvacanze è una società del gruppo di Gianluigi Aponte, fondatore di MSC Crociere. Compagnia nella quale Pellegrino ha trascorso la maggior parte della sua carriera professionale.

 

pisciotta.jpgle4stagioni-logo.jpgFabrizio Pisciotta, 44 anni, palermitano di nascita e milanese di adozione, abbandona dopo 5 anni l’incarico di direttore commerciale dell’area leisure del Gruppo Bluvacanze, che comprende anche la rete Cisalpina Tours e il t.o. Going. La rete milanese, fondata dai fratelli Manzini e Alberto Dal Zilio nel 1995, passata prima a Barclays Private Equity Italia, poi a Investitori Associati SGR, infine - nel 2011 - entrata nell’orbita MSC e Unicredit ha recentemente affidato il vertice ad Alberto Peroglio Longhin. In soli 7 mesi il top management di Bluvacanze è stato azzerato: il direttore generale Pino Costanzo ha lasciato a gennaio 2014, l’a.d. Massimo Rosi se ne è andato - non salutato e non rimpianto - ad aprile, a luglio è la volta di Pisciotta. Che ha trovato presto una nuova collocazione, come general manager e partner di Le 4 Stagioni Tour Operator by I.T.R. International Tourism & Representations Srl, neonato t.o. milanese specializzato in destinazioni lungo raggio, creatura di Pier Montalenti (manager a sua volta di lungo corso, reduce dall’infausto esito di Un Altro Sole).
 

butturini-francesco.jpggardella-simone2.jpgArriva il primo segnale di rinnovamento del CEO Alberto Peroglio Longhin (da giugno 2014 insediatosi in Bluvacanze), con le nomine di Francesco Butturini come Managing Director Leisure, responsabile di tutte le attività leisure del gruppo per i marchi Bluvacanze, Vivere&Viaggiare e Going, e di Simone Gardella come Chief Financial Officer. Butturini, 49 anni, bresciano, sposato con due figli (in foto a sinistra), inizia in Bluvacanze nel 1993, dove diventa dir. generale della gestione alberghiera di Club Vacanze e dir. prodotto Going, Comitours e Chiariva (ai tempi della proprietà Tanzi, 1993-2003), quindi dir. generale Parmatour SpA nel periodo di amministrazione straordinaria successivo al default Parmalat. Nel 2006 / 2007 è general manager dell’Agenzia Regionale della Promozione del Lazio, quindi lascia il turismo e negli ultimi anni lavora in Canada e negli USA. Peroglio Longhin lo conosce a Parma nel 2004 ed è lui a portarlo con sé a Roma, nel 2006. Simone Gardella, 34 anni (in foto a destra), genovese, sposato, esordisce nella consulenza (revisione e M&A) dapprima in Price Waterhouse Coopers e quindi in Deloitte. Entra quindi in Costa Crociere, nel dipartimento di Management Advisory Service, a diretto riporto della controllante Carnival Corporation e, successivamente, in MSC Crociere a Ginevra, come responsabile del Corporate Internal Audit, incarico da cui proviene.

 

patane-porro-birondi.jpgezio-birondi-lmt.jpgLuca Patanè nomina Ezio Birondi presidente del CdA di Last Minute Tour SpA, della quale il Gruppo Uvet ha acquisito il 100% delle quote. Rilevata nel 2009 dall’assicuratore Filo Diretto grazie a capitali freschi portati da Fabrizio Chianello e guidata con mano salda da Birondi, LMT inanella ottimi risultati nei primi anni di rinnovata attività (100 agenzie in aip, solo nel 2009). Poi un rallentamento, determinato sia dalla congiuntura negativa che dall’allentamento della spinta complessiva dei network, portano LMT nell’orbita Uvet (lo stesso Patanè ne diventa azionista al 30% nel 2011). A ottobre 2014 l’uscita di scena di Fabrizio Chianello e l’ingresso delle 170 agenzie LMT nella rete Uvet ITN. Il primo atto della presidenza Birondi è l’introduzione dei PST Personal Travel Specialist, presentati come “un scuola per grandi venditori, che nasce da un’intesa con Vorwerk Folletto: non abbiamo intenzione di prendere a bordo disperati o falliti, ma imprenditori veri che ci devono credere” con contratti di collaborazione e voglia di trottare. Il progetto è affidato a Luigi Porro, manager con trascorsi in Ventaglio, eDreams  e in proprio con miavacanza.it. Nella foto a sinistra, con Luca Patanè alla sua destra ed Ezio Birondi alla sinistra.

 

peroglio-longhin-alberto.jpgSe c’è un manager che ha fatto dell’understatement la sua bandiera, questo è Alberto Peroglio Longhin. Sarà perché è torinese, o perché ha buoni studi alle spalle, ma di Peroglio Longhin non si ricorda una frase sopra le righe. Entrato nel 1997 in Alpitour, occupa per diversi anni ruoli di responsabilità in ambito commerciale e marketing. Nel pieno della tempesta Parmalat, nel 2004 viene chiamato dal commissario straordinario Enrico Bondi a salvare il salvabile del t.o. Parmatour e quindi a occuparsi del risanamento e della cessione del Parma Calcio. Segue una breve  e dimenticabile esperienza nell’Agenzia di promozione e sviluppo del turismo del Lazio. Diventa imprenditore nel 2008, fondando con Paolo Scoffone il network Liberi Tutti (ceduto nel 2013 a Value Holding) e alla creazione di Eatinerary, viaggi alla scoperta del gusto, in società con Oscar Farinetti e la sua Eataly. Arduo il compito che l’attende nel Gruppo Bluvacanze (Bluvacanze SpA, Cisalpina Tours SpA e Going Srl), dove prende il posto di Massimo Rosi e dovrà occuparsi, tra le tante cose, degli sviluppi della partnership con Open Travel Network nel progetto B&O guidato da Giorgio Lotti, di cui Rosi era stato fautore.