bann blunet gen17 728 90

Chi è Roberto Gentile

rgentile-bn.jpg

R.GENTILE SCRIVE SU NETWORK NEWS

CHI VA E CHI VIENE

IL NETWORK DEL MESE

L’AGENZIA DEL MESE

auteri.jpgAndiamo tutti di fretta. Questa ormai è una certezza assodata. É ancora inverno e tutti, nel settore, abbiamo già in mente l'estate. Nuovi cataloghi, nuove promozioni, nuove destinazioni, nuove idee. É giusto. Una buona pianificazione permette di correre verso obiettivi organizzati con maggior lucidità. E noi, ognuno per le proprie competenze, che lavoriamo nel “networking”, lo sappiamo bene. Sono giunto ormai a una simpatica conclusione. Fare “networking” vuol dire lavorare di più. Tempo fa, avevo dato un titolo ad una nostra convention che suonava così: “More Net... More Work!” Lo condividete, vero?! É cosi e ci piace. Fare “networking" permette una visione privilegiata sullo sviluppo dei comportamenti di acquisto dei clienti e sulle mutanti evoluzioni degli agenti di viaggi. Un punto di vista importante che ci induce a intraprendere quotidianamente azioni e pronte soluzioni. É da questa finestra che abbiamo visto nascere e svilupparsi nuovi modelli distributivi, abbiamo visto nascere alleanze e fantasiose aggregazioni. La nuova stagione estiva che arriva sarà l'ennesima “prova del fuoco” per tutte le nostre architetture. Resisteranno allo tsunami economico e politico che affligge la bella Italia? Io credo di si. Buon lavoro a tutti!

Glauco Auteri, Resp. Progetto Partners Alpitour World

 

fabriziochianello.jpgDopo aver ringraziato l’amico Roberto Gentile per la considerazione nei miei confronti e per lo spazio accordatomi, non intendo utilizzarlo per addentrarmi in profonde analisi strategiche o illuminate previsioni di mercato, che lascio volentieri ad autorevoli economisti o a editorialisti di grido. Da buon addetto ai lavori mi piacerebbe invece dare un piccolo suggerimento a tutti coloro che, a vario titolo, hanno la (s)fortuna  di operare nella distribuzione turistica in un periodo, ormai troppo lungo, caratterizzato da una generale incertezza, recessione e depressione politico/economica del Bel Paese. Confrontandomi con i colleghi  del settore ormai da un ventennio, ho notato che essi si distinguono in due categorie: i Tradizionalisti, ancorati alle radici storiche e ipercritici su ogni cambiamento/innovazione, e i Futuristi, che si lanciano nella descrizione di scenari che probabilmente interesseranno i nostri pronipoti. A mio parere ben pochi sono focalizzati sul PRESENTE, nel senso della piena consapevolezza che qualsiasi decisione, scelta strategica o modus operandi deve avere un effetto nel breve periodo e  all’occorrenza può essere rivista, modificata o accantonata con estrema velocità e flessibilità. Questa è la vera sfida imprenditoriale a qualsiasi livello: non guardarsi mai indietro, ma neppure troppo avanti, con la capacità di mettersi SEMPRE in discussione. Con i migliori auguri di un prospero 2008.

Fabrizio Chianello, Amm. Delegato Cisalpina Tours SpA