bann blunet gen17 728 90

Chi è Roberto Gentile

rgentile-bn.jpg

R.GENTILE SCRIVE SU NETWORK NEWS

CHI VA E CHI VIENE

IL NETWORK DEL MESE

L’AGENZIA DEL MESE

albatravel-logo.jpgscaggiante-dino.jpgÈ durata poco più di un anno l’avventura turistica di Valmare: Srl con sede a Milano, il misconosciuto Antonello di Mauro unico azionista, capitali forti (quali?) alle spalle e ingresso arrembante nel 2013 come “gruppo turistico integrato”. La complicata vicenda è qui riassunta, ma i sogni di gloria dell’amm.re unico Andrea Pagliaroli si erano già infranti a inizio 2014, causa default BSP (da un milione e mezzo di euro, si dice) e piastrine IATA cancellate. Fallita la trattativa con Italica Turismo, la holding guidata da Roberto Tedesco, è stata Albatravel Milano Srl ad aggiudicarsi le attività che Valmare Srl aveva già fatto confluire in NGT New Generation Travel Srl. Il 28 ottobre 2014 lo annuncia con orgoglio Aldo Fabris, presidente di Albatravel Group: “Grazie ad Albatravel Milano Srl (società interamente partecipata Albatravel, guidata da Dino Scaggiante, in foto - ndr) abbiamo rilevato le attività in capo a Settimotour (4 agenzie di proprietà, un business travel center e una divisione Mice), Periplo Viaggi (agenzia specializzata in biglietteria etnica) e CTS Viaggi, azienda storica specializzata nel turismo giovanile e presente con agenzie dirette a Roma, Bologna, Milano e Torino. Oltre a una partecipazione del 30% nell’azionariato di Athos Srl, proprietà della famiglia Marazzini di Busto Arsizio, 8 agenzie di proprietà e 88 affiliate”. Non sono tutte rose e fiori, come ammette saggiamente Fabris: “Ovviamente da parte nostra sarà necessario un grande lavoro di riorganizzazione aziendale, lavoro che ci vedrà particolarmente impegnati nel ridare lustro a CTS Viaggi, che nell’ultimo periodo ha sofferto non poco per le note vicende”. Settimotour e CTS Viaggi (da non confondere con l’Associazione CTS Centro Turistico Studentesco e Giovanile, tutt’altra realtà, guidata dal presidente nazionale Domenico Iannello, 300.000 soci ai quali CTS Viaggi fornisce servizi turistici) erano già in gravissima difficoltà prima di Valmare, visto che questa le aveva rilevate in liquidazione (e la Camera di Commercio di Roma, a luglio 2014, sanciva il fallimento di CTS Viaggi Srl). Non sono state diffuse le cifre della transazione, che è stata probabilmente “incentivata” dalla seria posizione debitoria di Valmare nei confronti di Albatravel. Con circa 150 agenzie (CTS Viaggi nel frattempo ha subito una diaspora, e ora sono una sessantina, molte meno delle 96 dichiarate un anno fa) si tratta a tutti gli effetti del primo passo del Gruppo Albatravel nell’agone della distribuzione turistica tradizionale.