bann datagest17 gen19 728 90

Chi è Roberto Gentile

rgentile-bn.jpg

R.GENTILE SCRIVE SU NETWORK NEWS

bann m e partners dic2018 160 124

CHI VA E CHI VIENE

IL NETWORK DEL MESE

L’AGENZIA DEL MESE

loca convention uts qPatane birondi gilardi higilardi bebe hiE’ stata la convention di Andrea Gilardi, da ottobre 2018 direttore generale Uvet Network SpA, senza nulla togliere al presidente Luca Patanè (che ha lanciato la coraggiosa proposta di fondere in una tutte le associazioni di categoria, FTO compresa, proposta che resterà ovviamente inascoltata...) e a Ezio Birondi (sempre più tour-operator driven, tra Settemari, Amo il Mondo e soprattutto Jump, con il nuovo DG Leonardo Rosatelli). La convention al Riva Marina Resort di OTA Viaggi è ascrivibile a Gilardi perché è stata la prima, da anni a questa parte, a riunire 400 agenzie di Uvet Travel, da poco ribattezzato “System”; perché segnava il terzo e ultimo episodio di una campagna iniziata al Biz Travel Forum di fine 2018, proseguita con le tre tappe del roadshow “Open Your Eyes” di febbraio/marzo 2019 e terminata con un evento al quale Gilardi si è dato anima e corpo (basti sapere che - per tenere segreta fino all’ultimo l’identità dell’ospite d’onore - ha provveduto lui stesso alla prenotazione dei voli). La “temperatura” dell’evento è ben descritta da Adriano Lovera del TTG e Gilardi l’ha tenuta alta anche intessendo una polemica a distanza con Gattinoni (che svolgeva la convention in contemporanea, 600 chilometri a sud-ovest), alla quale Franco Gattinoni ha preferito non replicare, ma Pier Ezhaya di Alpitour. Molto nutrito il parterre di ospiti del talk show del venerdì (Nardo Filippetti di ASTOIche si è pure emozionato  - Gaetano Casertano di TH Resorts, Roberto Pagliara di Nicolaus, Michele Serra di Quality Group, Massimo Broccoli di Veratour, Domenico Aprea di OTA Viaggi, Gabriele Milani di FTO, Leonardo Massa di MSC Crociere ed Emiliana Limosani di Alitalia: questi ultimi tre partiti di gran carriera per partecipare, il giorno dopo, alla convention Gattinoni di Cefalù. Ma l’evento che rimarrà nell’ “immaginario collettivo” di tutti i presenti e dei molti che l’hanno seguito on line è la testimonianza della campionessa paralimpica scherma Bebe Vio (qui descritta dall’ottima cronaca de l'agenzia di viaggi. Bebe che, con naturalezza e spontaneità, ha dato a tutti una lezione su cosa significhi resilienza, coraggio e volontà. In platea più di qualcuno piangeva per l’emozione. Visto coi miei occhi.