bann blunet gen17 728 90

Chi è Roberto Gentile

rgentile-bn.jpg

R.GENTILE SCRIVE SU NETWORK NEWS

CHI VA E CHI VIENE

IL NETWORK DEL MESE

L’AGENZIA DEL MESE

frigerio gpt qÈ stata ufficializzata al TTG Incontri 2017 la partnership tra Gruppo Professione Turismo e Frigerio Viaggi Network: GPT è un network fondato a Varese nel 1999 da agenti di viaggi della provincia, tra i quali Michelangelo Crippa, titolare della Monarco Viaggi di Arcisate (VA): entrato nell’orbita Robintur nel 2008 GPT ne è uscito a maggio 2017 a causa della ristrutturazione del network ora controllato da Coop Alleanza 3.0. Le 26 agenzie affiliate al Gruppo Professione Turismo diventano “Friends” Frigerio Viaggi Network, che dalla sua conta una quarantina di agenzie, tra filiali di proprietà, agenzie in franchising e “Friends”. Nella foto, il management dei due network lombardi, da sinistra verso destra: Nicola Denna, socio e resp. commerciale GPT; Paola Frigerio, direttrice Frigerio Viaggi Network; Michelangelo Crippa, presidente GPT; Simone Frigerio, direttore commerciale Frigerio Viaggi; Giorgio Bertoni, socio e fondatore GPT; Giancarlo Frigerio, presidente Gruppo Frigerio.

 

botta caravitaÈ stata inaugurata a ottobre 2017 la nuova sede di Marsupio Group a Bologna, 150 mq in via Scipione Dal Ferro 4, con ufficio di presidenza, ufficio marketing e commerciale, segreteria e due sale riunioni. A fare gli onori di casa Massimo Caravita, da agosto subentrato come presidente a Paolo Babbini, che fondò il network nel 1995. Circa 230 agenzie, un accordo commerciale in essere con Fespit e Achille Lauro NeTravel e un azionista di minoranza pesante (la Exito di Guglielmo Isoardi, al 30%), rappresentato dal vice-presidente e direttore commerciale Giancarlo Botta (a sinistra nella foto).

 

ventaglio 2 carella qEra la notizia meno segreta della storia, visto che tutti lo sapevano da mesi, ma finalmente - il 5 luglio 2017, nella lussuosa cornice milanese dell’Excelsior Hotel Gallia - Enzo Carella, manager di lungo corso con recenti trascorsi in Uvet ha tenuto a battesimo la “nuova” Ventaglio. Cosa l’autore di questa newsletter pensi dei t.o. resuscitati è scritto qui, e risale al marzo scorso. La cronaca dell’evento la leggete qui, pertanto mi limito a due osservazioni a latere. Primo, gli obiettivi della start-up, come l’hanno definita gli azionisti stessi, sono apertamente dichiarati (clicca qui) e molto, molto ambiziosi. Per accogliere 100.000 ospiti, generando un giro d’affari di 60 milioni di euro nel 2017, visto che siamo a luglio, il neonato booking dovrebbe produrre, nei 40 giorni che restano di alta stagione, circa un milione al giorno. Wow. Sul nuovissimo sito di Ventaglio www.ventaglio.it viene assicurato (clicca sempre qui) che “Le agenzie VentaPoint, ambasciatrici della filosofia Ventaglio sul territorio, assicurano la migliore conoscenza delle destinazioni e dei prodotti”. Testuale. Quali agenzie VentaPoint?! Eravamo rimasti al 2010, quando anche Luigi Porro, all’epoca a.d. Ventaglio Retail, lasciava il vascello Ventaglio (quell’altro), che affondava, e le VentaPoint al loro ineluttabile destino. Attendiamo aggiornamenti su Vacanze nel Mondo.

 

vecchia agenzia bluvacanze qÈ il dir. generale leisure Claudio Busca il motore della “nuova” Bluvacanze, che ha recentemente visto un avvicendamento di manager nelle posizioni apicali, dal direttore vendite Bluvacanze Antimo Russo al brand manager Going Emmer Guerra. Ora tocca alle 320 agenzie che costituiscono la rete in associazione in partecipazione: nuova vetrina (niente più offerte in formato A4, solo monitor comandati in remoto), nuovi ambienti più amichevoli e smart, nuovi colori (blu e bianco per le agenzie Bluvacanze, bianco blu e verde per le Vivere & Viaggiare). L’agenzia pilota è già pronta, in centro a Milano. Il restyling, condiviso con l’a.d. Bluvacanze Domenico Pellegrino, è stato approntato grazie all’apporto di docenti dello IED Istituto Europeo del Design. Siamo a Milano, la capitale del design, non si poteva altrimenti. E le vecchie vetrine con gli A4 andranno piano piano in soffitta.

 

soglia gerardoCaduto ormai nel dimenticatoio, l’imprenditore salernitano Gerardo Soglia conta nefasti trascorsi nel nostro settore - CIT, Soglia Hotels, Buon Viaggio Network - e nessuno ne sente la mancanza, soprattutto i lavoratori del network fondato da Enrico Scotti e Paolo Chelofallito miseramente nel 2010. Invece rispunta fuori per merito del Mattino di Napoli, che Il 23 giugno 2017 riferisce che la Corte di Cassazione (ultimo grado di giudizio di un processo che si trascina da anni) ha definitivamente attribuito a Soglia il reato di bancarotta fraudolenta e inflitto la condanna a tre anni e tre mesi di reclusione per il crac Buon Viaggio. Il giorno dopo, il resiliente Soglia dichiara al quotidiano web Salerno Notizie: “Sono a piede libero e non mi sono costituito in carcere. Non ho ricevuto al momento in cui sto scrivendo nessuna ordinanza di carcerazione”. Non è ancora finita.