bann blunet gen17 728 90

Chi è Roberto Gentile

rgentile-bn.jpg

R.GENTILE SCRIVE SU NETWORK NEWS

CHI VA E CHI VIENE

IL NETWORK DEL MESE

L’AGENZIA DEL MESE

Originale appuntamento in occasione della prossima BMT Borsa Internazionale del Turismo di Napoli (Fiera d’Oltremare, 4-6 aprile 2008): sabato 5 in Sala Tirreno, dalle 14 alle 15, si svolgerà un workshop dal titolo “Oggi parliamo male dei network di agenzie!” ovvero “10 buoni motivi per non legarsi ad alcun network e continuare a lavorare come agenzia di viaggi indipendente”. Unico relatore, Roberto Gentile, esperto di retail turistico e autore della presente newsletter. “Sono stanco di partecipare a convegni e leggere relazioni nelle quali frasi come “l’aggregazione è il futuro delle agenzie di viaggi” e “potere ai network!” sono ripetute come un mantra. Siccome io stesso ho contribuito (con i miei libri e oggi anche con  networkn-loghetto.gif logo…) a far sì che ciò accadesse, chiedo venia: cercherò di spiegare agli agenti di viaggi napoletani perché si può lavorare  benissimo da soli, infischiandosene dei network”.

 

Due reti si fondono e danno origine a BV and Partners Srl: Travelshop, rete facente capo al tour operator Eurotravel di Aosta e Buona Vacanza powered by eDreams di Milano. Entrambe adottano la formula dell’associazione in partecipazione e dichiarano che, grazie alla fusione, le agenzie che confluiscono nella NewCo sono oltre 200. Obiettivo del 2008 l’apertura di altri 50 punti vendita e l’integrazione operativa delle due società che, per i prossimi mesi, “correranno” ancora in via indipendente. Sarà interessante scoprire se le future linee strategiche saranno disegnate dai due soci fondatori di Buona Vacanza, Gianni Innocenti e Giovanna Ferrante, con estrazione puramente retail, oppure se prenderà il sopravvento la linea t.o./alberghiera dettata dalla famiglia Benin.

 

Vuol crescere anche off line, la web agency di casa Sabre, come dichiara il country manager Vittorio Maffei: “Stiamo pensando di sbarcare con il nostro brand in quei punti vendita multiservizi che vogliono avere una finestra sul mondo dei viaggi. Costruiremo programmi ad hoc, che siano di facile vendita”. Anche le agenzie di viaggi tradizionali restano nei piani di sviluppo di Lastminute.com “Alle tre agenzie di Bologna, Napoli e Verona ne aggiungeremo altre sette, entro la fine dell’anno: manterremo così il trend di crescita degli ultimi anni, anche se penso che nel 2008 rallenteremo un po’”.

 

veratour.pngAll’ultima convention Veratour a Sharm El Sheikh hanno tenuto banco i rapporti con la distribuzione e, in particolare, la concorrenza tra network e agenzie indipendenti. “Noi agenzie singole andiamo in crisi, quando, a parità di prodotto, i network possono concedere uno sconto, anche del 10%: così o rinunciamo al nostro guadagno o perdiamo un cliente” dichiara un agente lecchese. Replica Stefano Pompili, direttore commerciale e marketing del t.o. romano: “C’impegniamo a riconoscere regimi commissionali uguali per network e singole agenzie, ma i nostri margini di manovra sono limitati. Almeno per il momento, perché nel giro di qualche anno i network cominceranno a vendere un loro prodotto e questa concorrenza si attenuerà”.

 

 

logo_carrefour.giflogo_gs.gifChe le vacanze si possano comprare nei centri commerciali non è una novità: Bluvacanze è presente con molti punti vendita nei maggiori mall italiani. Anni fa Auchan aprì un’agenzia di viaggi all’interno di un suo ipermercato torinese, prima delle casse. Adesso è la volta di GS, la catena che fa capo a Carrefour Italia e che siglato un accordo con l’agenzia Igna’s Tour di Egna (Bz) per vendere viaggi a prezzi scontati ai clienti dei supermercati GS (300 in 13 regioni italiane). Originali sono le modalità: si prende una brochure nel dispenser all’ingresso, si sceglie un viaggio, alla cassa si acquista la card “Viaggi e vantaggi” del valore corrispondente (99 euro e multipli), si trattiene lo scontrino come ricevuta fiscale, ci si collega al sito www.viaggi-vantaggi.it o si contatta il call-center, si verifica la disponibilità del viaggio, lo si prenota e – avendolo prepagato – si stampano i documenti di viaggio e si parte. Senza il carrello della spesa. Qualche agente di viaggi ha timidamente espresso il dubbio che tutto ciò sia legale.