bann blunet gen17 728 90

Chi è Roberto Gentile

rgentile-bn.jpg

R.GENTILE SCRIVE SU NETWORK NEWS

bann m e partners dic2018 160 124

CHI VA E CHI VIENE

IL NETWORK DEL MESE

L’AGENZIA DEL MESE

logo_carrefour.giflogo_gs.gifChe le vacanze si possano comprare nei centri commerciali non è una novità: Bluvacanze è presente con molti punti vendita nei maggiori mall italiani. Anni fa Auchan aprì un’agenzia di viaggi all’interno di un suo ipermercato torinese, prima delle casse. Adesso è la volta di GS, la catena che fa capo a Carrefour Italia e che siglato un accordo con l’agenzia Igna’s Tour di Egna (Bz) per vendere viaggi a prezzi scontati ai clienti dei supermercati GS (300 in 13 regioni italiane). Originali sono le modalità: si prende una brochure nel dispenser all’ingresso, si sceglie un viaggio, alla cassa si acquista la card “Viaggi e vantaggi” del valore corrispondente (99 euro e multipli), si trattiene lo scontrino come ricevuta fiscale, ci si collega al sito www.viaggi-vantaggi.it o si contatta il call-center, si verifica la disponibilità del viaggio, lo si prenota e – avendolo prepagato – si stampano i documenti di viaggio e si parte. Senza il carrello della spesa. Qualche agente di viaggi ha timidamente espresso il dubbio che tutto ciò sia legale.

 

Superare i trecentomila soci e i 210 uffici su tutto il territorio nazionale: Andrea Pesenti, direttore commerciale di Cts, fissa gli obiettivi per il 2008 del Centro Turistico Studentesco e Giovanile, con sede a Roma. Le energie si concentreranno soprattutto sullo sviluppo della rete: “Nel 2007 abbiamo aperto dodici uffici e a breve ne apriremo altri sette, tra cui il diciannovesimo a Roma. Puntiamo a incrementare le nostre presenze anche in Piemonte, Emilia, Lombardia e Toscana, regioni dove il mercato può ancora assorbire nuove agenzie”.

 

È on line la prima piattaforma turistica a livello internazionale che coniuga la coesistenza tra il Tour Operator Alpitour World e le 1400 Agenzie di viaggi Partner: il nuovo sito nasce con l’intento di  "catturare" l'attenzione dei tanti potenziali clienti, sempre in aumento, "no user agenzie di viaggi". Chi visiterà www.agenziepartner.it troverà risposte alle proprie esigenze di vacanza e usufruirà della formula "click and mortar" (Scelgo su internet ma compro in agenzia) che le statistiche mondiali danno come formula vincente nell'ambito viaggi di vacanza sul web. Nessuna manutenzione da parte delle Agenzie Partner, massima flessibilità per tutte quelle che hanno già un proprio sito web e grande convenienza per chi non ancora non lo avesse.

 

Chiudono le agenzie Elleworld collocate nelle stazioni ferroviarie. Elleworld SpA nasce dall'evoluzione di Elledueviaggi di Renato Lorandi, storica agenzia di viaggi nel centro di Bergamo, rilevata nel 2002 da tre agenti di viaggi di solida esperienza, tra i quali l’amministratore unico Maurizio Fustinoni. Nel 2005 viene sottoscritto un accordo con Centostazioni Spa, partecipata da Ferrovie dello Stato e nata allo scopo di riqualificare e gestire 103 stazioni ferroviarie di medie dimensioni. Accordo che si è realizzato con l’apertura di agenzie con marchio Elleword in alcune stazioni della Lombardia, appena rinnovate: Monza, Lecco e Milano Porta Garibaldi. Inaugurate solo due anni fa, hanno abbassato la saracinesca: evidentemente viaggi e stazioni ferroviarie non vanno d’accordo, come peraltro la fallita joint-venture tra il Gruppo Bo.Pa. (fallito anch’esso, nel frattempo) e Grandi Stazioni Spa, qualche anno fa, aveva lasciato presagire.

È proprio uno scoop e il merito va a Quotidiano Travel e al suo sempre ben informato direttore responsabile Giuseppe Aloe. A dicembre 2006 32 piccole agenzie, giovani e alle prime armi, sottoscrivevano un contratto di affiliazione con Solaria Interbooking Travel Alliance, azienda facente capo al gruppo Gemark di Brescia. L’accordo prevedeva un esborso variabile da 26.000 a 30.000 euro, in cambio del quale ogni agenzia avrebbe ricevuto arredi, formazione personalizzata, supporto commerciale. “Avrebbe” perché le agenzie si son viste recapitare qualche scrivania e qualche computer, e basta: dopo un anno i giovani agenti si sono trovati con un pugno di mosche in mano. “Facciamo un conto: 26.000 euro per 32 fa esattamente 832.000 euro, quello che Solaria ha incassato nel 2006. Ma il 19 luglio 2007 Interbooking Travel Alliance va in liquidazione volontaria. Come?! Con quasi un milione di euro già incassati?!” si chiede Aloe.