Stampa

isabella-candelori-new.jpgIl panorama distributivo sta vivendo oggi una rapida evoluzione: una prima fase è stata caratterizzata (soprattutto nel Nord Italia, per quanto riguarda Valtur) dal fenomeno della concentrazione di agenzie in gruppi d’acquisto e network di varia entità. Chi ha scelto di rimanere indipendente è consapevole della propria unicità, del proprio back-ground, del proprio spirito d’impresa, elementi che gli consentono di mantenere un posizionamento forte, e dunque alti margini, nonostante le difficoltà in cui versa non solo il turismo ma l’economia italiana. Forse anche a causa di tale contesto, alla fase di concentrazione segue oggi quella dell’aggregazione tra network: operazioni di natura non più solo commerciale, ma finanziaria, generate dall’esigenza di ottenere un maggior peso contrattuale nei confronti dei t.o. e dalla volontà di stabilire sinergie e compensazioni dal punto di vista delle proprie competenze e della propria offerta di prodotto. Ad aprire la strada sono stati i network Bluvacanze e Cisalpina Tours, cui sono seguiti BravoNet e G40, BuonViaggio e Travel Co. Vedremo domani chi, con propositività e spirito di innovazione, seguirà tale esempio.

Isabella Candelori, Responsabile Vendite Valtur