bann datagest17 gen19 728 90

Chi è Roberto Gentile

rgentile-bn.jpg

R.GENTILE SCRIVE SU NETWORK NEWS

bann spencerandcarter dic20 160x124

CHI VA E CHI VIENE

IL NETWORK DEL MESE

L’AGENZIA DEL MESE

elleworld_bergamo.jpgSalta un altro network a Bergamo: dopo Iparc Viaggi (vedi networkn-loghetto.gif n. 18 del 3 novembre 2009 ) è la volta di Elleworld, la cui sentenza di fallimento è stata depositata lo scorso 5 marzo presso il Tribunale di Bergamo. “Le difficoltà di liquidità c'erano da un po', ma nel pagamento degli stipendi sono iniziate a primavera del 2009” raccontano gli ex dipendenti di Elleworld “Da luglio 2009 non abbiamo preso più nulla, per mesi abbiamo discusso con la proprietà, vanamente: esasperati, quest’anno abbiamo fatto istanza di fallimento presso il Tribunale, Elleworld non ci ha pagato e il giudice ne ha disposto il fallimento”. Fine ingloriosa per il network, una ventina di agenzie di viaggi (di proprietà e aip) nella bergamasca, guidato da Maurizio Fustinoni. Salito alla ribalta per due motivi: la partnership con Ventaglio Retail, col quale Elleworld sviluppava le agenzie con marchio InVenta Viaggi, e l’accordo sottoscritto nel 2005 con Centostazioni SpA, partecipata da Ferrovie dello Stato e nata allo scopo di riqualificare e gestire 103 stazioni ferroviarie di medie dimensioni, che prevedeva l’apertura di agenzie con marchio Elleworld in 14 stazioni della Lombardia.

 

paolo-bertozzi.jpg Riprende slancio l’Osservatorio Viaggi, il progetto lanciato nel 2000 da Paolo Bertozzi (a.d. di TradeLab, società di analisi e consulenza direzionale, e professore associato dell’Università IULM), che negli anni scorsi aveva condotto interessanti indagini sulla filiera turistica, coinvolgendo operatori come Alpitour e Viaggi del Ventaglio, e reti come Cisalpina Tours e Robintur. “È il mercato che ci chiede di ridare vigore al progetto” dichiara Bertozzi “I risultati delle nostre indagini sono ancora citati da molte aziende e l’Osservatorio ha offerto apprezzati momenti di confronto per manager e imprenditori del settore. Oggi si riparte avendo ricostituito un primo gruppo di promotori e tenendo conto dell’evoluzione dei tempi, sia dal punto di vista delle dinamiche di mercato, che delle opportunità di gestione delle relazioni che la diffusione delle tecnologie di comunicazione consente".

 

eataly_agenzia.jpgAdiacente allo storico Bar Carpano, a Torino, è stata inaugurata Eataly, filiale di Liberi Tutti, che oltre a viaggi e pacchetti tradizionali promuove “I Viaggi di Eataly - Le meraviglie d’Italia” con gustosi programmi tipo “Il prosciutto e il parmigiano di Parma” o “La pasta e i mulini di Gragnano”. Eataly fa parte del network torinese Liberi Tutti (vedi networkn-loghetto.gif n.11 del 22 dicembre 2008) guidato dall’a.d. Alberto Peroglio Longhin. La rete è attualmente composta da 12 agenzie di proprietà (chiuso il punto vendita di Bolzano, mentre Galliate è stato concentrato su Novara); prevista, entro il 2011,  l’apertura di due o tre agenzie tradizionali e di una o due con l’insegna Eataly, che potrebbe addirittura sbarcare oltre-oceano, a New York, sviluppando gli Eatinerari.  Programmazione alla quale darà ulteriore impulso il nuovo acquisto Grazia Bianco, ex direttore prodotto Going e recentemente responsabile contrattazione voli di Eurotravel.

 

buon-viaggio_logo.jpg networkn-loghetto.gif aveva già dedicato un requiem (vedi networkn-loghetto.gif n.15 del 29 maggio 2009 ) al glorioso network fondato da Enrico Scotti e Paolo Chelo (Adriano Biella si era aggiunto successivamente, puntualizza Scotti). Il Tribunale di Milano ha dichiarato il fallimento di Buon Viaggio Srl, attualmente in liquidazione, con sentenza depositata il  22 marzo 2010. A fine gennaio il network aveva trasferito la propria sede legale da Milano a Verona. Il 7 luglio è previsto l’esame dello stato passivo presso l'ufficio del giudice delegato del fallimento. Triste coincidenza: le sedi milanesi di Buon Viaggio Network e di Viaggi del Ventaglio (in concordato fallimentare) si trovano a poche centinaia di distanza, lungo viale Misurata. Su entrambe campeggiano ancora i loghi di due avventure imprenditoriali di successo, affondate quasi contemporaneamente.

 

ventapoint_logo.jpgIl Gruppo UVET e il Gruppo Ventaglio (che ha recentemente ottenuto l’autorizzazione al concordato preventivo da parte del Tribunale di Milano) hanno firmato un accordo preliminare per l’acquisto del ramo d’azienda Ventaglio Retail relativo alle attività di affiliazione commerciale al  network di agenzie VentaPoint 360. Le circa 200 agenzie VentaPoint (ma diverse sarebbero uscite negli ultimi mesi) entreranno quindi nell’orbita UVET-ITN, una volta superati i problemi di sovrapposizione territoriale ed escluse quelle aderenti ad altre reti (Frigerio Viaggi Network in primis) che non intendono aderire all’accordo. Un bel colpo per il network guidato da Luca Patanè, che ora – aggiungendo anche le ex VentaPoint alle ITN – consolida la sua posizione al vertice del retail turistico italiano. Non è il primo accordo tra Ventaglio e UVET, che anni fa diedero vita al progetto Network’s Venture.