bann datagest17 gen19 728 90

Chi è Roberto Gentile

rgentile-bn.jpg

R.GENTILE SCRIVE SU NETWORK NEWS

bann spencerandcarter dic20 160x124

CHI VA E CHI VIENE

IL NETWORK DEL MESE

L’AGENZIA DEL MESE

marco-ficarra.jpgDeve fare uno strano effetto guidare una holding alla quale fanno riferimento due società (Bluvacanze e Cisalpina Tours) che - negli ultimi mesi - hanno subìto una rivoluzione. Della traumatica uscita di scena di Chianello padre e figlio si è detto in networkn-loghetto.gif n.13 del 3 marzoscorso, dell’esodo da Bluvacanze parliamo poche righe più avanti. Ma il nuovo a.d. Marco Ficarra non sembra farsene un cruccio: “Mentre succedeva tutto quanto io non ero ancora arrivato, quindi cerco d’interessarmi del futuro, più che guardare al passato. Devo amministrare due società che producono risultati, chi in maniera più marcata chi meno, ma entrambi col segno più: il mio compito è quello di creare sinergie tra le due aziende, integrando due business – BT e leisure – diversi ma complementari.” Managerialmente ineccepibile, ma tutto qui?! Poi si apre uno spiraglio: “A dire il vero, mi meraviglio che questa integrazione non sia avvenuta prima... Secondo me, gli ostacoli non erano di natura aziendale o di business, ma personale: caratteri che non si prendono, persone che non si trovano...”. Sotto il doppiopetto del manager che ha creato Venere.com batte il cuore di un uomo.

 

In un momento nel quale network e agenzie si leccano le ferite, Pinguino Viaggi chiude il primo trimestre 2009 con un bilancio positivo: da un lato dieci nuovi imprenditori che da gennaio sono entrati a far parte della squadra, dall’altro la crescita delle agenzie del gruppo, passate dalle 53 di gennaio 2008 alle 93 attuali. Il network pesarese chiude le vendite invernali con un +25% rispetto al 2008, anche grazie agli accordi coi t.o. partner, tra i quali spunta ovviamente Viaggi del Ventaglio. Per gestire al meglio le vendite estive il network ha realizzato il catalogo Summer Time Pinguino, in distribuzione solo nelle agenzie del gruppo.

 

L'agenzia insignita del titolo di Agenzia di Viaggi dell'Anno dalla giuria di networkn-loghetto.gif (vedi Numero Speciale del 18 febbraio) ha deciso di abbandonare i locali presso lo store di viaggi White Star Adventure, nel centro di Milano. La decisione non è dovuta al mancato successo di G4 Turismo Kuoni, che anzi si è guadagnata un'affezionata clientela amante di viaggi di buon livello e molto personalizzati, ma al cantiere di un parcheggio sotterraneo che occupa la prospiciente piazza Meda sin dall'inaugurazione dell'agenzia (novembre 2006) e che si protrarrà ancora per uno o due anni. Il danno, in termini di visibilità e di passaggio, è tale da giustificare questa amara decisione.

 

logo_fiavet.gifLa maggiore associazione di categoria, ormai lontana dai fasti degli anni ’70 (nei quali raccoglieva il 90% delle agenzie attive sul territorio), affronta una lunga tornata elettorale. Sono stati appena rieletti Paolo Mazzola e Luigi Maderna, rispettivamente al vertice delle regionali Emilia Romagna e Lombardia. Dopo due mandati Cinzia Renzi lascia la poltrona di presidente Fiavet Lazio ad Andrea Costanzo, giovane titolare di Pictures Travel. Ma è il 28 aprile la notte, pardon, il giorno dei lunghi coltelli: si affronteranno due cordate, una guidata da Cinzia Renzi, che gode dell’appoggio del presidente uscente Peppino Cassarà. L’altra da Paolo Mazzola, che esprime le istanze delle regionali non soddisfatte del presidente uscente. Che non sono poche, sia le istanze che le regionali...

 

I fatti sono noti: i nuovi proprietari di Cisalpina Tours e Bluvacanze, ovvero Blu Holding SpA della SGR Investitori Associati, hanno letteralmente defenestrato il vertice di Cisalpina Tours, il fondatore Pasquale Chianello e l’a.d. Fabrizio Chianello, dopo che quest’ultimo aveva pubblicamente denunciato “gravi irregolarità nella gestione finanziaria di Blu Holding e distrazione di fondi di Cisalpina Tours verso la consociata Bluvacanze”. Tradotto, i soldi giravano in modo che ai Chianello non garbava. Se la vedranno Procura, giudici e avvocati. Quello di cui pochi han parlato è lo psico-dramma avvenuto nella sede di Cisalpina Tours, a Rosta, la mattina del 5 febbraio: sono arrivati sette manager milanesi (i Cavalieri dell’Apocalisse erano solo quattro…) per far capire ai dipendenti chi comandasse, mentre Pasquale Chianello metteva in uno scatolone i ricordi di un’avventura iniziata nel 1970: foto, documenti, premi, contratti. Sulle scale, un applauso e molte lacrime hanno salutato il comandante che abbandonava il ponte di comando. Ma in un blog immediatamente aperto, si scontravano due partiti: quello pro-Chianello, che ne riconosceva lo spirito e la capacità imprenditoriale, e quello - spesso ex dipendenti - che agli stessi attribuiva un atteggiamento da padroni delle ferriere. Comunque, un’uscita di scena da ricordare.