Chi è Roberto Gentile

rgentile sett21

L’EDITORIALE DI ROBERTO GENTILE

bann nicolaus feb22 160x124

CHI VA E CHI VIENE

IL NETWORK DEL MESE

L’AGENZIA DEL MESE

I fatti sono noti: i nuovi proprietari di Cisalpina Tours e Bluvacanze, ovvero Blu Holding SpA della SGR Investitori Associati, hanno letteralmente defenestrato il vertice di Cisalpina Tours, il fondatore Pasquale Chianello e l’a.d. Fabrizio Chianello, dopo che quest’ultimo aveva pubblicamente denunciato “gravi irregolarità nella gestione finanziaria di Blu Holding e distrazione di fondi di Cisalpina Tours verso la consociata Bluvacanze”. Tradotto, i soldi giravano in modo che ai Chianello non garbava. Se la vedranno Procura, giudici e avvocati. Quello di cui pochi han parlato è lo psico-dramma avvenuto nella sede di Cisalpina Tours, a Rosta, la mattina del 5 febbraio: sono arrivati sette manager milanesi (i Cavalieri dell’Apocalisse erano solo quattro…) per far capire ai dipendenti chi comandasse, mentre Pasquale Chianello metteva in uno scatolone i ricordi di un’avventura iniziata nel 1970: foto, documenti, premi, contratti. Sulle scale, un applauso e molte lacrime hanno salutato il comandante che abbandonava il ponte di comando. Ma in un blog immediatamente aperto, si scontravano due partiti: quello pro-Chianello, che ne riconosceva lo spirito e la capacità imprenditoriale, e quello - spesso ex dipendenti - che agli stessi attribuiva un atteggiamento da padroni delle ferriere. Comunque, un’uscita di scena da ricordare.

 

Il nome dell'agenzia può non dire molto, ma quello del suo proprietario sì: Adriano Biella, fondatore di Buon Viaggio Network, presidente di AINeT e past president Fiavet Lombardia, fondò nel 1973 la 3V, prima - e a lungo unica - agenzia di viaggi di Desio (Mi). Dopo 35 anni di proficua attività, il 19 febbraio l'agenzia è stata ceduta a BluTeam Travel Network, aggressivo gruppo comasco specializzato in Business Travel. Biella manterrà la carica di presidente e direttore tecnico per un triennio e il nipote Massimiliano, che già da anni affiancava lo zio nella conduzione dell’attività, conserverà ruoli operativi con la nuova proprietà.

 

simone-cassanmagnago.jpgMolto attivo il t.o. milanese: dopo aver acquisito con Top Italy Srl, società del Gruppo, il ramo d'azienda Buon Viaggio Network  (vedi networkn-loghetto.gif n. 11 del 22 dicembre 2008), avendo già consolidato la sua presenza nel tour operating con il t.o. Pianeta Terra, prosegue la campagna acquisti nel retail, con Last Minute Tour (circa 70 agenzie, di proprietà e in associazione in partecipazione, società del Gruppo Filo Diretto condotta da Gianpiero Manzone) che il 23 dicembre scorso sarebbe confluita in Leisure Multitravel Network, società di partecipazioni  costituita al 33% da Ventura Group (Filo Diretto), al 33% da Rallo, al 33% da Albatour, t.o. romano. Nel tour operating, trattativa avviata con Ventaglio, il t.o. guidato da Bruno Colombo e in fase di severa cura dimagrante: se la due diligence andrà a buon fine, a fine marzo il marchio Best Tours (guidato da Mario Vercesi, socio di minoranza di Ventaglio) e le attività di Ventaglio I Viaggi (ex Caleidoscopio) passeranno sotto il controllo di Rallo. Fonti di stampa (ItaliaOggi del 28 gennaio) indicano in 10 milioni di euro il valore della transazione. In Rallo, il direttore commerciale Simone Cassanmagnago non pone limiti: "Ci stiamo ancora guardando attorno e facendo ulteriori valutazioni. Oltre ai marchi t.o. e alla distribuzione, abbiamo interessi anche in ambito alberghiero, a Ostuni, Firenze e Venezia".

 

Panorama Economy, il business magazine edito da Mondadori, nel numero in edicola oggi ne “spara” due che meritano la citazione: “Dietro all’aumento del numero di agenzie si nasconde il fenomeno delle aperture facili legate al franchising che crea un turn-over massiccio” dichiara Andrea Giannetti, presidente di Assotravel. Contro il franchising selvaggio si era già schierata Donatella Marai, barricadera presidente Fiavet Lombardia all’alba degli anni 2000: da allora il fenomeno non si è nascosto da nessuna parte e che fine abbia fatto Donatella Marai ne parlerà l’apposita rubrica su networkn-loghetto.gif n.13. “Lo scorso anno sono scomparsi ben tre marchi di franchising, Litta, Elitaria e Uniglobe Italia” chiosa Panorama Economy. Un appello ai i titolari di Viaggi di Litta, Elitaria e Uniglobe (per quest’ultima vedi networkn-loghetto.gif n. 11 del 22 dicembre 2008), tutti fedeli lettori di networkn-loghetto.gif : battete un colpo e dichiaratevi in vita.

 

logo-service-team.pngPrimo ostacolo sulla marcia arrembante del polo aggregativo che ha rappresentato la grande novità degli ultimi due anni: la rete guidata da Guglielmo Isoardi, che oggi raccoglie  Bravo Net, Marsupio, HP Vacanze Network, HRG, Fespit, Fly and Go, Solomondo e Easy Travel Network. A dicembre G40 si è chiamata fuori, in concomitanza con il primo CdA di Service Team, la società erogatrice di servizi guidata da Luca Caraffini e fondata da Exito (che ne detiene la maggioranza con il 40%) e Marsupio, HP e BravoNet come soci (al 20% ciascuno). “È la prima volta che nasce un soggetto di questa portata” dichiara Loris Guardigli, presidente G40 “Ma in questo momento dobbiamo rivedere il progetto, non condividiamo le strategie.Con l'ingresso di nuovi soggetti (ndr -  HP Vacanze Network e Marsupio) all'interno dell'alleanza, la nostra identità si sarebbe appiattita”. Piccata la risposta di Isoardi: “Perché sono abituato a discutere nelle sedi opportune, non sui giornali. Vedremo come proseguire la partnership, comunque ero e rimango il socio di riferimento di G40 con il 29% delle quote. E non ho ancora capito dove vogliono andare”. Due i problemi sul tavolo: dove finiranno le 350 agenzie e i 520 milioni di fatturato 2008 di G40, fuori dall’alleanza che hanno contribuito a fondare; quali strategie adotterà Guglielmo Isoardi, che è e resta il maggior azionista della rete lombarda.